Recensioni libri, Uncategorized

RECENSIONE “Yohnna e il Baluardo dei deserti” di Andreina Grieco

Ciao a tutti,

come state? Io sono abbastanza distrutta tant’è che sono indietrissimo con la pubblicazione delle recensioni. Vediamo quindi di recuperare!

Oggi vi parlo di un fantasy non convenzionale: ‘Yohnna e il Baluardo dei deserti’ di Andreina Grieco edito EdiKiT. Ci tengo a ringraziare l’autrice che molto gentilmente mi ha inviato una copia del suo libro.

yohnna

Valutazione: stella pienastella pienastella pienastella mezzastella vuota

 

Sinossi

Yohnna, giovane arrotino, sopravvive ad alterne fortune con il suo talento per i pugnali da lancio, la sua furbizia e una certa dose di sarcasmo. Smarrito nel deserto, in preda alla sete stappa una bottiglia trovata tra le sabbie e libera il malefico Jinn protettore dei Deserti.
Dovrà imparare a convivere con l’abominio che ha liberato perché lo spirito lo perseguiterà con la scusa di un terzo desiderio ancora da esprimere.
Horèb, gigantesco Jinn dallo spiccato humor nero, svolge alla perfezione il compito di guardiano dei Deserti, salvo fatto il vizio di divorare esseri umani. Liberato dopo secoli, deve fare i conti con una nuova vita in cui non può più uccidere, pena la dannazione eterna. Ma le tentazioni sono sempre in agguato.
Tra palazzi sontuosi, combattimenti a colpi di sciabola e duelli di magia, Yohnna trascina il Jinn in una partita d’astuzia dall’esito incerto. Ma non è importante sapere chi vince finché si continua a giocare.

Recensione

‘Yohnna e il Baluardo dei deserti’ è un fantasy non convenzionale. Ambientato in Siria, tratta la storia molto particolare di un Jinn e di un giovane arrotino. I toni con cui questa storia ci viene raccontata sono ironici e spesso provocatori.

Questo in un primo momento mi ha un po’ destabilizzata, mi aspettavo qualcosa di più strong. Invece la Grieco rimane su dialoghi e descrizioni molto semplici ma allo stesso tempo ci troviamo a leggere dei botta e risposta divertenti quanto improbabili (non in senso negativo del termine).

Questo tipo di scrittura infatti, secondo me, lo rende adatto anche ad un pubblico più giovane, dai 14/15 anni. Anzi, probabilmente a quell’età lo si potrebbe apprezzare anche maggiormente.

La prima parte, più o meno la prima metà del libro, l’ho trovata un pochino lenta e un po’ ripetitiva relativamente ai dialoghi e battibecchi tra Yohnna e il Jinn. Ma allo stesso tempo l’ho trovata anche molto più “ordinata” rispetto al prosieguo invece un po’ più confusionario. Alcuni passaggi vengono poco descritti e il lettore si trova in una scena senza capire bene come ci è arrivato. Qualche piccolo difettuccio che, a parere mio ovviamente, ha reso la lettura un pochino meno scorrevole.

Ma ora passiamo ai punti forti. La trama e l’idea sono indubbiamente originali e fuori dai canoni a cui siamo abituati. Le ambientazioni sono a dir poco meravigliose e i luoghi ben descritti accompagnati anche da sensazioni, odori e rumori. Poi io ho un debole per le ambientazioni esotiche.  I personaggi, anche loro, sono molto singolari, a partire dal Jinn che io non mi aspettavo assolutamente così… irriverente. Tant’è che tifavo per lui pur essendo il cattivo della situazione. Anche il protagonista, Yohnna è ben caratterizzato ma a volte ho trovato alcuni suoi slanci di coraggio leggermente forzati. Salima invece spero sia più delineata nel secondo volume perché ha un grande potenziale come personaggio, ma in questo primo capito non è stata ben esposta, si sa poco sulla sua storia se non qualche informazione di base. Meriterebbe sicuramente più presenza e spessore.

Tirando le somme posso dire di aver trovato ‘Yohnna e il Baluardo dei deserti’ una lettura molto piacevole e divertente, con qualche imperfezione, ma essendo un esordio mi aspetto ancor di più dal seguito che attendo con ansia.

Ero nato dal fuoco. Per secoli fui sabbia e vento. I Sette Deserti mi adoravano, per loro fui un padre e una guida mentre io assorbii la loro natura indomabile, affascinante e ingannatrice. Gli umani, a parte i beduini e gli studiosi di arti occulte, non seppero mai della mia esistenza, se non quando era troppo tardi.

Spero di avervi incuriositi e se lo avete letto fatemi sapere cosa ne pensate.

A presto.

-Federica-

Link all’acquisto Amazon ebook (€ 2,99) https://amzn.to/2TCeXJe

Annunci

6 pensieri riguardo “RECENSIONE “Yohnna e il Baluardo dei deserti” di Andreina Grieco”

  1. Ciao! Intanto mi sono iscritta al blog (pensavo di esserlo già, perdonami!).
    Sono passata subito perché con la dicitura ‘ambientazione esotica’ hai stuzzicato la mia curiosità al massimo!
    Noto però che effettivamente il libro non ti ha presa molto. Diciamo che una bella ambientazione non basta per fare un buon prodotto. Mi segno questo volume in ogni caso perché mi incuriosisce e vorrei farmi un mio parere.
    A presto

    ps.: ma sai che non conoscevo nemmeno l’editore? Grazie per avermelo fatto conoscere con il gruppo di lettura!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...